Indietro

L'epidemia dilaga, Rsa sotto protezione

L'Asl sud est mette in protezione le Residenze sanitarie. Tamponi a ospiti e operatori nelle zone epidemiologiche più rilevanti. Nuovi casi a Sarteano

SIENA — E' allarme per le residenze sanitarie assistite in Toscana. Dall'inizio dell'emergenza coronavirus sono stati molti i casi dicontagi all'interno delle Rsa nell'aretino, ma anche nel grossetano, senese e lucchesia (vedi articoli collegati).  



L'Asl Toscana sud est ha deciso di mettere sotto protezione le residenze sanitarie del territorio di sua competenza: è iniziata ieri l’attività di diagnosi di infezione da Covid-19 per gli ospiti e gli operatori delle RSA dove si sono registrati casi nelle zone epidemiologicamente più rilevanti del territorio della Asl Toscana sud est, gestite direttamente o dai Comuni. 

Sono 175 i tamponi effettuati nella sola giornata di ieri. Un target mirato che deve essere protetto dal coronavirus per la fragilità e la presenza di patologie concomitanti. Quasi 4000 gli ospiti delle strutture.

In questo contesto continuano le attività di messa in sicurezza degli ospiti della RSA Comunale di Sarteano dove si attendono i risultati di 99 tamponi. Salgono così a 5 le strutture del territorio della sud est coinvolte dal contagio: Bucine, Badia Tedalda, Siena, Grosseto e Sarteano. 

In tutte le situazioni, la stretta sinergia tra Asl e Comuni ha permesso di individuare le soluzioni più idonee per il contenimento della diffusione del virus e la messa in sicurezza dei cittadini in sinergia con i Medici di Medicina Generale.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it